forex trading logo

Service Multidistrettuali PDF Stampa E-mail
Scritto da Roberta Lo Medico   

  

Presidente Multidistretto Leo

108 ITALY  

 

Dario Libero Zunino

Leo Club Albenga 

Motto: “Per seguir Virtute e Canoscenza”

 


 Te.s.n. progetto kairÒs 

Sapreste andare a vedere un film comico e ridere pur non riuscendo a vederlo? 

La diversità non è un limite ma una risorsa! 

È proprio questa la peculiarità del progetto Kairòs: voler sviluppare una “INTEGRAZIONE AL CONTRARIO”, attraverso la creazione di situazioni in cui i “normodotati” provino ad agire come i “diversi” e in cui non si cerchi di rendere il diverso uguale a noi ma, piuttosto, si provi a scoprire le meraviglie della sua diversità.

Siamo, infatti, profondamente convinti che la diversità, grazie alla conoscenza delle difficoltà che i compagni disabili devono superare nella vita di tutti i giorni, possa davvero essere una fonte di ricchezza interiore per chiunque.

Per quanto riguarda le modalità di attuazione del progetto, le abbiamo volute suddividere in due rami principali:

In ambito didattico si prevede una collaborazione con le scuole primarie e secondarie fornendo un manuale operativo che possa essere di supporto agli insegnanti per la sensibilizzazione nei confronti della disabilità (es.: giocare o disegnare al buio, scrivere con dei guantoni, mettersi in gioco per riuscire a comunicare con dei compagni di classe che non vedono o non sentono, giocare con un altro bambino che non può muovere le gambe, ricreazioni al buio, etc…).

Eventi extra scolastici di sensibilizzazione che, attraverso le emozioni, portino a riflettere sui modi in cui ci rapportiamo con le persone “diverse” da noi (es.: cene al buio, cineforum, reading letterari, convegni, tavole rotonde, etc…).

 

Coordinatore Distrettuale Area Ovest

Aldo Spataro

Leo Club Palermo Host 

 

Coordinatore Distrettuale Area Est 

Marianna Sallicano 

Leo Club Catania Bellini

 


 

SERVICE NAZIONALE LIONS

"I GIOVANI E LA SICUREZZA STRADALE"

 

Sono circa 13.500 i giovani che purtroppo perdiamo ogni anno nelle strade del nostro Paese e questo è un fenomeno in continuo aumento. 

Davanti a questo grave problema sociale i Lions e i Leo Italiani non potevano restare a guardare, quindi si sono attivati in prima persona per realizzare una Campagna Nazionale di sensibilizzazione sulla Sicurezza Stradale per porre un freno a questa tragedia nazionale.

 

Promotori del Progetto

Il progetto è diventato Service Nazione del Multidistretto Lions 108 Italy in occasione del 60° Congresso Nazionale Lions su proposta di numerosi Lions Clubs del Distretto 108 A. 

 

Finalità 

Lo scopo della campagna è quello di promuovere la cultura della sicurezza stradale e di ridurre, di conseguenza, il numero di morti e feriti da incidente stradale.

Si mira quindi ad informare e sensibilizzare i cittadini, soprattutto i giovani, sull’importanza di modificare i propri comportamenti e le proprie abitudini quotidiane, orientandoli alla ricerca di una maggiore sicurezza per sé e per gli altri.

Poiché è dimostrato che l’informazione è importante, ma non basta da sola a modificare i comportamenti a rischio sulla strada, va sviluppata, in contemporanea, un’azione coordinata di controllo e repressione da parte delle Forze dell’Ordine. 

 

Contenuti 

La campagna va articolata su alcuni comportamenti responsabili della maggior parte degli incidenti ed in particolare sul corretto uso dei sistemi di protezione individuale (cinture e seggiolini per bambini), sulla moderazione della velocità, sul consumo di alcool e droghe e sul rispetto dei pedoni. 

 

Target 

La campagna ha come target di riferimento l’intera popolazione, con un occhio di riguardo per la fascia di età fra i 15 e i 24 anni. 

 

Istituzioni da coinvolgere 

Promuovere un lavoro interdisciplinare e la collaborazione tra soggetti istituzionali, sociali e professionali formulando loro nostre proposte.

  • Aziende Sanitarie Locali  devono concorrere al raggiungimento dell'obiettivo di diminuire gli incidenti stradali, in particolare quelli mortali e che comportano conseguenze invalidanti.
  • Comuni devono contribuire ad analizzare, descrivere e valutare il fenomeno degli incidenti stradali, loro determinanti e conseguenze, per riorientare le scelte, pianificare gli interventi urbanistici, definire le priorità di intervento sulle infrastrutture, adeguare l’offerta dei servizi di assistenza.

Si devono, inoltre, sviluppare azioni concordi tra le Forze dell'Ordine per un’intensificazione dei controlli su strada e contribuire alla diffusione della cultura della sicurezza stradale.

  • Polizia Municipale
  • Polizia Stradale
  • 118
  • Associazioni italiane che curano la promozione della sicurezza stradale (ACI, Fondazione ANIA, Sicurstrada, ANVU, ASAPS, Associazione Vittime della Strada).

 

Coordinatore Distrettuale

Alessio Gaglio

Leo Club Partinico

 


   

Dal 1999, in molte scuole superiori di II grado di Padova, alcuni medici Lions, sollecitati dall'Associazione ONLUS: "Noi e il Cancro, Volontà di Vivere", incontrano periodicamente gli studenti e parlano loro "dei tumori".

L'iniziativa, presentata alle Istituzioni ed alla stampa nel 2006 nell' Aula Magna dell'Universita' di Padova, è stata denominata "PROGETTO MARTINA" perché alcuni anni fa una giovane di nome Martina, colpita da un tumore della mammella, ha espresso un accorato desiderio:

"Che i giovani vengano informati ed educati ad avere maggior cura della propria salute"

In effetti, la maggior parte dei tumori che si manifesta in età media o avanzata incomincia il proprio percorso in età giovanile; è ai giovani quindi che bisogna far sapere "cosa fare" e "quando bisogna incominciare a fare".

Il caloroso suggerimento di Martina, le testimonianze degli studenti, i risultati ottenuti sia in termini di gradimento che di efficacia hanno convinto il Multidistretto 108 Italy LIONS e LEO a impegnarsi, in sinergia con associazioni di volontariato, a diffondere la buona esperienza padovana.

Conoscenza ma anche impegno personale richiedono "cultura"...e la scuola è la culla della cultura! Educare i giovani a considerare la vita un bene prezioso e a sentirsi impegnati personalmente nella sua difesa può ritenersi un impegno prioritario dei Lions.

Il Progetto Martina è un service a COSTO ZERO sia per i clubs che per le scuole.

Nel sito www.progettomartina.it ci sono tutte le informazioni necessarie ma solo il coordinatore di un club service riceve dal comitato di coordinamento la password per l’accesso ai file riservati.

 

Coordinatrice Distrettuale Area Ovest

Eleonora Bellavista

Leo Club Carini Riviera Ponente Palermo Porta Nuova 

 

 

Coordinatrice Distrettuale Area Est 

Valentina Barbera 

Leo Club Augusta

 


LEO HUNTING MERCURY 

La missione del nostro progetto è finanziare con tutti i Leo Italiani tutte le possibili attività di ricerca necessarie allo sviluppo di sensori avanzati per la caratterizzazione delle specie chimiche del mercurio presenti in atmosfera, in grado di fornire dati osservativi di alta qualità a basso costo, economico ed energetico.

 

Assieme a questa attività ci proponiamo anche di aumentare la consapevolezza dell'opinione pubblica sul problema dell'Inquinamento Ambientale da mercurio e i conseguenti impatti sulla salute dell'uomo e dell'ambiente in cui vive. Si tratta infatti di un male latente, impercettibile ai sensi umani, e dal basso impatto mediatico rispetto ad altre tematiche di inquinamento, ma che è tanto nascosto quanto efficace nel determinare seri problemi alla salute umana.

 

Per queste iniziative, i LEO Italiani si pongono l'obbiettivo di collaborare con il Consiglio Nazionale delle Ricerche e, al tempo stesso, promuovere e partecipare a campagne di sensibilizzazione incentrate sulla problematica dell'inquinamento, sui conseguenti impatti sulla salute e le contromisure per rilevare e arginare il problema.

 

Per maggiori informazioni: 

www.leohuntingmercury.it/ 

www.facebook.com/leohuntingmercury 

 

Coordinatrice Distrettuale

Carla Ciarcià

Leo Club Ragusa

 


 

I Leo italiani contribuiscono come partner paritari al Service comune Leo – Lions “Tutti a scuola in Burkina Faso” per la scolarizzazione dei bambini in Burkina Faso. 

 

Obiettivi

  • Costruire o riabilitare almeno 40 complessi scolastici rurali, fornire attrezzature scolastiche e materiale didattico.     
  • Sensibilizzare e incentivare i genitori a favorire la frequenza scolastica, in particolar modo delle bambine.
  • Garantire l’utilizzo di acqua pulita ove necessario nelle scuole e formare manutentori dove necessario.
  • Prevenire le patologie prevenibili in ambito scolastico (cecità, patologie orali e intestinali, malnutrizione ecc). 
  • Favorire una partnership attiva tra le comunità locali (beneficiari) e i Lions (donatori). 

 

Situazione generale del paese

Il Burkina Faso, uno dei paesi più poveri del mondo, è caratterizzato da: 

- un basso reddito annuo pro – capite (appena 1140 dollari USA: poco più di 3 dollari al giorno); 

- una speranza di vita di appena 52 anni; 

- il 58% della popolazione senza accesso all’acqua potabile; 

- il 48,5% dei 12,6 milioni abitanti con meno di 15 anni di età. 

Tuttavia a differenza di tanti altri Paesi poveri, il Burkina Faso ha un’invidiabile stabilità socio-politica e la presenza di 14 Lions Clubs locali. 

 

Situazione scolastica

Il Burkina Faso ha un tasso di scolarizzazione del 19% (29 % per i maschi e il 9 % per le femmine). 

Il Governo ha da pochi mesi avviato un programma per la scolarizzazione dei bambini, indicando le linee guida operative e la localizzazione delle scuole, ma non erogando tuttavia le risorse economiche per la costruzione. 

 

Partners implicati e metodologia operativa i Lions burkinabè, garantendo una rete di contatti sul posto e la conoscenza della realtà locale, parteciperanno a:

  • individuare le imprese costruttrici e i fornitori;
  • garantire il supporto logistico per i Lions italiani che si recheranno in Burkina per visionare le realizzazioni del service;
  • assicurare con i Lions italiani la supervisione dei lavori;
  • co-finanziare il progetto in modo da poter richiedere il finanziamento alla LCIF;
  • diffondere, attraverso i media locali e i rapporti con le Istituzioni, informazioni sul service realizzato.

Il Ministero per l’Educazione di base e l’alfabetizzazione (MEBA) del Burkina Faso è coinvolto per la sola definizione delle linee guida operative per la costruzione delle scuole e per la loro localizzazione. Sono previste almeno tre classi, l’ufficio del direttore, l’alloggio per gli insegnanti (forniti dal Ministero), un’area per la refezione, un magazzino, latrine separate per i bambini e le bambine, acqua pulita. La progettazione e la realizzazione delle strutture murarie avverrà secondo i capitolati e i protocolli operativi fissati dal MEBA (esiste un modello standard di edifici scolastici, di attrezzature da adottare, di materiali). I partners beneficiari (Enti locali, Diocesi, Missioni, Comunità dei villaggi, ecc) contribuiranno con una cifra pari mediamente al 10% – 15% dell’importo complessivo. 

 

I Lions e Leo italiani provvederanno a:

  •  reperire i fondi necessari;
  • realizzare il progetto;
  • gestire i fondi e il controllo delle spese, delle attività svolte e delle strutture realizzate in ogni scuola.

Per il progetto di ciascuna scuola sarà redatto un bilancio separato. 

Le imprese specializzate saranno scelte con la supervisione dei Lions locali o italiani. I contratti si baseranno sulla legge del Burkina. 

Tutti i finanziamenti saranno elargiti direttamente alle imprese e agli enti esecutori in base allo stato di avanzamento dei lavori dai Lions italiani (30% per l’apertura del cantiere, 30% in corso d’opera, 30% a fine lavori, 10% un anno dopo il completamento dell’opera). 

Oltre alle risorse necessarie per la costruzione del complesso scolastico è previsto l’impiego di risorse per attività complementari per prevenire il fenomeno dell’abbandono scolastico e rendere stabile ed effettivo l’utilizzo delle scuole costruite (incentivi ai genitori, campagna di sensibilizzazione nelle comunità attraverso rappresentazioni teatrali, messaggi radiofonici, attività di prevenzione nelle scuole, sostegno ai bambini in difficoltà economica). 

 

L’occasione per realizzare un service innovativo

Il progetto “Tutti a scuola in Burkina Faso” è un service di grande impatto in favore di un unico paese, di un unico bisogno primario che incide concretamente su una sola realtà locale e influenza l’evoluzione delle condizioni di vita e il futuro di un alto numero di bambini.

 

 

Coordinatore Distrettuale

Claudio Castorina

Leo Club Piazza Armerina

 


 

 

Obiettivo del Progetto è quello di sostenere ed incentivare lo studio e la crescita professionale dei ragazzi disabili della vista che decidono di proseguire il loro percorso di studi o professionale attraverso il conseguimento di lauree, diplomi o certificati, incrementando il numero di nuovi iscritti e il numero di studenti che completano il ciclo di studi universitari. Per raggiungere tale scopo il nostro progetto prevede di intervenire all’interno degli atenei universitari.

 

ATENEI UNIVERSITARI

  • Fornire alle Università gli ausili e le tecnologie permettano al singolo studente di effettuare liberamente i propri studi;
  • Trasmettere alle singole Università il know-how e le tecnologie per preparare il materiale didattico indispensabile al ciclo di studi del singolo studente;
  • Creare una base di testi già "convertiti" per l'utilizzo e renderla disponibile a tutti gli studenti universitari attraverso la biblioteca on-line del Libro Parlato Lions. 

A oggi, in ben 35 Atenei Universitari Italiani sono attive e funzionanti postazioni UniLeo 4 Light ed il personale di ciascuna Università è stato adeguatamente formato sul funzionamento delle postazioni e sulla assistenza - anche psicologica - ai giovani studenti disabili della vista.

Corsi di formazione al personale universitario sono a tutt'oggi in funzione online sul sito di UniLeo 4 Light. 

 

RAGAZZI DISABILI DELLA VISTA

(nonvedenti, ipovedenti e dislessici)

Far capire a loro e a chi influenza le loro scelte di studio/professione che oggi è possibile superare il loro handicap nello studio e nel lavoro sia attraverso le nuove tecnologie, sia condividendo modelli di successo ed esperienze vissute da altri, attraverso:

  • Campagna di comunicazione sociale a livello nazionale;
  • Portale Web di raccolta delle esperienze universitarie e professionali di altri ragazzi;
  • Numero Verde di sostegno allo studio e all'orientamento.

 

AZIENDE, ISTITUZIONI, ENTI

Rappresentano il lato dell'offerta di lavoro e perciò vanno sensibilizzate all'esistenza di nuove professionalità perfettamente espletabili dai ragazzi disabili della vista. 

  • Portale Web in cui ospitare un'area per offerte/richieste di lavoro;
  • Forum interattivo per dare risposta a domande e dubbi sul mondo del lavoro;
  • Eventi in cui si fanno incontrare i ragazzi con le aziende;
  • Organizzazione di seminari formativi interattivi all'interno delle Università su tematiche inerenti al mondo del lavoro (stesura CV, offerte di lavoro, interpretazione annunci di lavoro, skills strategiche, ricerca del lavoro: strategie e sistemi di comunicazione). 

Di recente, si sono tenute - nelle Università e non - giornate di sensibilizzazione dirette ai giovani studenti universitari disabili della vista, con l'apporto di psicologi ed esperti che li hanno consigliati e supportati nelle varie problematiche che incontrano nell'approccio con il mondo del lavoro. 

Inoltre, è attiva la bacheca con offerte/richieste di lavoro, tramite il quale i ragazzi aiutati dal Progetto UniLeo 4 Light hanno iniziato a svolgere colloqui di lavoro, a completamento ideale di un Progetto iniziato nel 2007 e che, nel corso degli anni, ha riscosso e continua a riscuotere notevoli apprezzamenti a livello istituzionale e non.

Per ulteriori informazioni visita il sito istituzionale www.unileo4light.it

 

Coordinatrice Distrettuale Postazione Palermo

Federica Maggio

Leo Club Castelvetrano

 

 

Coordinatrice Distrettuale Postazione Catania 

Stefania Scuderi 

Leo Club Acitrezza Verga

 

 

Coordinatrice Distrettuale Postazione Messina 

Roberta Salomone 

Leo Club Messina Host

 


NAZIONALE DI CALCIO LEO-LIONS 

 

La Nazionale di Calcio Lions-Leo nasce nel 2009 da un piccolo gruppo di Leo che, legati da un forte vincolo di amicizia, decidono di dar vita a questo gruppo. Di lì a poco il gruppo, grazie alla guida sapiente del capitano Pierluigi Rosa, si è ingrandito molto rapidamente suscitando un notevole interesse anche da parte dei Lions che si sono subito prodigati per dare una mano a questo progetto. La Nazionale di Calcio Lions-Leo ha come scopo quello di raccogliere fondi, da destinare a associazioni di volontariato e ricerca, attraverso la realizzazione di eventi calcistici.

 

Segui la nostra Pagina Facebook.

 


UTILITY OFFICE

Obiettivi

Fornire ai soci, che per motivi di lavoro o studio vivono in distretti diversi rispetto a quello di appartenenza, tutte le informazioni/contatti dei soci del distretto in cui vivono, in modo che possano partecipare alle attività Leo di quel distretto. 

Fornire un servizio di reporting e statistiche qualitative e quantitative relative a tutto il Multidistretto Leo. 

Analisi del mondo Leo a livello di: 

  • Club
  • Soci

Statistiche su attività e service:

  • Numero e tipologia
  • Fondi raccolti

Welcome Officer - Who, What, Where.

  • La figura del Welcome Officer (W.O.) deve essere il punto di riferimento per i soci Leo che si spostano tra i diversi distretti Leo Italiani;
  • Capace di consigliare il club più adatto al socio Leo che, per motivi di studio o lavoro, si trova fuori sede e quindi lontano dal suo distretto di appartenenza;
  • Farà riferimento al W.O. del MD per consigli e suggerimenti, ma sarà una fonte di informazioni sui club destinatari di soci fuori sede e sui soci che, al contrario, si spostano altrove.

Ruolo e caratteristiche

  • Conoscere nel proprio distretto la struttura dei club, nonché la composizione per età e collocazione geografica dei singolo Leo Club;
  • Essere aggiornato sulle attività del distretto e dei Leo Club;
  • Interazione con il W.O. MD, ad es. indicando quali soci pensano di uscire dal distretto anche per brevi periodi
  • Tenere traccia degli spostamenti “da e verso” il suo distretto, contribuendo all’analisi statistica dell’U.O.

 


SCAMBI GIOVANILI 

Il primo campo internazionale venne organizzato, guidato e finanziato dai Lions svedesi nel 1974. Adottato ufficialmente dall'Associazione Internazionale dei Lions Club nello stesso anno, il Programma Lions dei Campi della Gioventù Internazionali rispecchia l'obiettivo principale dei Lions:

Creare e promuovere uno spirito di comprensione tra i popoli del mondo.

 

Obiettivi 

  • Favorire i contatti interculturali tra i giovani di paesi diversi.
  • Consentire lo scambio di ideali e punti di vista culturali.
  • Promuovere la comprensione e la buona volontà a livelli internazionale e impegnarsi per il raggiungimento della pace e delle comprensione nel mondo.
  • Sviluppare il potenziale di leadership nei giovani meritevoli.
  • Incoraggiare nei giovani il rispetto delle idee altrui.
  • Tutti i campi internazionali della gioventù Lions hanno una durata minima di una settimana, prevedono la partecipazione di giovani di paesi diversi e comprendono attività attinenti agli obiettivi del programma.

Diversamente da altri programmi giovanili di scambi culturali, il programma Lions non coinvolge turismo, studi accademici o assunzione, ma fornisce invece ai giovani un'opportunità unica nel suo genere di partecipare alla vita quotidiana di un'altra cultura.

Tutti i partecipanti a un campo o a uno scambio giovanile Lions devono, tra le altre cose:

  • Essere di età compresa tra i 15 e i 22 anni.
  • Avere una conoscenza di base della lingua parlata nel paese ospitante.
  • Essere idonei a rappresentare la propria comunità, il proprio paese e il Lions club sponsor.
  • Essere disposti a conoscere e accettare gli usi e i costumi di un'altra cultura.

Una rassegna completa dei requisiti necessari per la partecipazione e maggiori informazioni sull'accesso al programma sono disponibili sul sito:

http://www.lionsclubs.org/IT/our-work/youth-programs/youth-camp-and-exchange/how-to-apply.php

 
SEO by Artio

Calendario

Last month October 2019 Next month
M T W T F S S
week 40 1 2 3 4 5 6
week 41 7 8 9 10 11 12 13
week 42 14 15 16 17 18 19 20
week 43 21 22 23 24 25 26 27
week 44 28 29 30 31

La nostra pagina FB




Webmaster: Enrica Lo Medico