forex trading logo

Service Multidistrettuali PDF Stampa E-mail
Scritto da Claudia Fricano   

  

Presidente Multidistretto Leo

108 ITALY 

 

 Davide Brillo

 Leo Club Castelvetrano

 

  

 

 

t.o.n. lEO hUNTING MERCURY 

Qual è L’obiettivo di Leo Argento Vivo?

Finanziare con tutti i Leo Italiani tutte le possibili attività di ricerca necessarie allo sviluppo di sensori avanzati per la caratterizzazione delle specie chimiche del mercurio presenti in atmosfera, in grado di fornire dati osservativi di alta qualità a basso fabbisogno energetico.

 

Cosa sono i sensori e da chi vengono Prodotti?

Sono strumenti a basso consumo di energia per il campionamento dei diversi composti chimici del mercurio allo stato elementare e ossidato. Vengono prodotti dall’ Istituto Inquinamento Ambientale del CNR.

 

Ma perché è così importante produrre i sensori per campionare il mercurio?

La conoscenza delle diverse forme chimiche del mercurio è di enorme importanza; la forma ossidata del mercurio è molto più disponibile ad essere trasferita alla catena alimentare rispetto alla forma elementare. I sensori che si andranno a sviluppare consentiranno di effettuare una mappatura più fitta delle concentrazioni in quanto il loro costo, stimato inferiore ai 2000€, sarà sensibilmente inferiore a quello degli analizzatori attualmente impiegati per scopi di ricerca (140.000€). 

 

Perché i Leo pensano sia importante tutto ciò?

Perché questo Progetto infine trae innanzitutto origine nei principi della cittadinanza lionistica come cittadinanza attiva. Cambia la prospettiva, i Leo non raccolgono fondi per aiutare chi è vittima dell’inquinamento ambientale – sono infatti già tante le associazioni di assistenza che fanno questo – ma si propongono di evitare che ciò accada, agendo alla radice del problema, impedendo che il vaso si rompa, piuttosto che aiutando a raccoglierne i cocci. Avvicinare poi i giovani al territorio e alle istituzioni, valorizzando il senso civico collettivo e migliorando il rapporto tra comunità locali, amministrazioni e settori produttivi.

 

Il 24 febbraio, presso la sede del C.N.R., sarà firmato il Protocollo di Intesa tra il Multidistretto Leo 108 ITAY ed il Consiglio Nazionale delle Ricerche. 

 

Coordinatore Distrettuale

Davide Tindaro Ceraolo

Leo Club Capo D’Orlando


 

TE.S.N.

“I GIOVANI E LE ENERGIE RINNOVABILI” 

Il TeSN, Tema di Studio Nazionale, ha lo scopo di stimolare la popolazione, in particolare le nuove generazioni, su un determinato problema grazie a vari progetti realizzati sia livello nazionale che a livello del singolo Club, è un progetto di sensibilizzazione e studio quindi non è prevista una raccolta fondi. 

Questo tema ha lo scopo di sensibilizzare la popolazione sulle risorse rinnovabili, in quanto studi accreditati riportano il 2010 come l’anno in cui la produzione di petrolio raggiungerà il suo culmine per poi calare in futuro. 

Il petrolio, il carbone e i gas naturali sono fonti primarie e come tali esauribili, soprattutto a causa del crescente uso di energia nei paesi sviluppati ed in quelli sottosviluppati. Le fonti fossili oltre ad essere probabilmente destinate ad esaurirsi sono anche potenzialmente pericolose, sia per la loro estrazione/trasporto, sia per l’inquinamento generato dal loro utilizzo. 

Per ovviare a questi problemi è necessario ricorrere ad un uso massiccio su scala mondiale delle risorse rinnovabili che sono: 

- ENERGIA SOLARE (sfrutta le radiazioni solari dirette e diffuse)
- IDROGENO (inteso come vettore di energia)
- ENERGIA EOLICA (stazioni eoliche)
- ENERGIA IDROELETTRICA (centrali idroelettriche)
- ENERGIA GEOTERMICA
- ENERGIA MARINA (correnti marine, gradiente salino, moto ondoso)
- ENERGIA DA BIOMASSE (biocarburanti, gassificazione, oli vegetali)
- ENERGIA DERIVANTE DA RIFIUTI (combustibile derivato da rifiuti)

 

Noi crediamo che sia possibile garantire a noi e alle prossime generazioni un futuro migliore portando questo progetto vicino ai giovani con iniziative di diverso tipo differenziate in base al target di età.

L’esperienza maturata dal contatto con i giovani ha sollecitato, al nostro interno, molte riflessioni e proposte, in particolare:

- Il desiderio di offrire ai giovani un’opportunità incentivante e di facile accesso per diventare protagonisti in positivo della cultura del loro territorio;

- Consentire ai partecipanti di esprimere, attraverso i loro elaborati, pensieri, disagi e aspettative rispetto al loro inserimento a pieno titolo nella società di domani ricca di prospettive, ma anche di incertezze;

- Trasmettere alla società e alle istituzioni, in particolare quelle preposte alle politiche giovanili, le impressioni dei giovani sul territorio dove essi vivono, studiano e lavorano;

- Potenziare e stimolare nei giovani la loro crescita individuale nell’ambito della cultura e della solidarietà.

 

GLI INCONTRI DELLE RINNOVABILI 

I Leo della zona Ovest del nostro Distretto e il Festival delle Energie Alter-native hanno organizzato “GLI INCONTRI DELLE RINNOVABILI”.

Dal 13 gennaio 2012 avrà inizio il primo dei cinque incontri per parlare di "fonti alternative" in modo semplice e diretto. Tali appuntamenti si svolgeranno con cadenza mensile fino al mese di maggio, sempre di venerdì alle ore 18, con lo scopo di promuovere l'utilizzo delle energie rinnovabili e la cultura del risparmio energetico. A seguire degustazione di vini e prodotti alimentari offerti dalle aziende sostenitrici.

Questi incontri nascono come una sorta di “preludio” all’evento di rilevante importanza: “Il festival dell’energie alter-native”, che ci vedrà partecipi nel mese di giugno.

Si tratta del primo ed unico festival in Italia che si prefigge di far conoscere il mondo delle “energie pulite” attraverso seminari, spettacoli con artisti di fama nazionale ed internazionale.

 

 

Coordinatore Distrettuale Area Ovest (I, V e VI Area Operativa)

Mirko D’Anna

Leo Club Palermo Mediterranea

 

Coordinatore Distrettuale Area Est (II, III e IV Area Operativa)

Lucia De Santis

Leo Club Siracusa


   

 

 

Dal 1999, in molte scuole superiori di II grado di Padova, alcuni medici Lions, sollecitati dall'Associazione ONLUS: "Noi e il Cancro, Volontà di Vivere", incontrano periodicamente gli studenti e parlano loro "dei tumori".

L'iniziativa, presentata alle Istituzioni ed alla stampa nel 2006 nell' Aula Magna dell'Universita' di Padova, è stata denominata "PROGETTO MARTINA" perché alcuni anni fa una giovane di nome Martina, colpita da un tumore della mammella, ha espresso un accorato desiderio:

"Che i giovani vengano informati ed educati ad avere maggior cura della propria salute"

In effetti, la maggior parte dei tumori che si manifesta in età media o avanzata incomincia il proprio percorso in età giovanile; è ai giovani quindi che bisogna far sapere "cosa fare" e "quando bisogna incominciare a fare".

Il caloroso suggerimento di Martina, le testimonianze degli studenti, i risultati ottenuti sia in termini di gradimento che di efficacia hanno convinto il Multidistretto 108 Italy LIONS e LEO a impegnarsi, in sinergia con associazioni di volontariato, a diffondere la buona esperienza padovana.

Conoscenza ma anche impegno personale richiedono "cultura"...e la scuola è la culla della cultura! Educare i giovani a considerare la vita un bene prezioso e a sentirsi impegnati personalmente nella sua difesa può ritenersi un impegno prioritario dei Lions.

Il Progetto Martina è un service a COSTO ZERO sia per i clubs che per le scuole.

Nel sito www.progettomartina.it ci sono tutte le informazioni necessarie ma solo il coordinatore di un club service riceve dal comitato di coordinamento la password per l’accesso ai file riservati.

 

Coordinatore Distrettuale 

Martina Conforte 

Leo Club Augusta


 

I Leo italiani contribuiscono come partner paritari al Service comune Leo – Lions “Tutti a scuola in Burkina Faso” per la scolarizzazione dei bambini in Burkina Faso. 

 

Obiettivi

  • Costruire o riabilitare almeno 40 complessi scolastici rurali, fornire attrezzature scolastiche e materiale didattico.     
  • Sensibilizzare e incentivare i genitori a favorire la frequenza scolastica, in particolar modo delle bambine.
  • Garantire l’utilizzo di acqua pulita ove necessario nelle scuole e formare manutentori dove necessario.
  • Prevenire le patologie prevenibili in ambito scolastico (cecità, patologie orali e intestinali, malnutrizione ecc). 
  • Favorire una partnership attiva tra le comunità locali (beneficiari) e i Lions (donatori). 

 

Situazione generale del paese

Il Burkina Faso, uno dei paesi più poveri del mondo, è caratterizzato da: 

- un basso reddito annuo pro – capite (appena 1140 dollari USA: poco più di 3 dollari al giorno); 

- una speranza di vita di appena 52 anni; 

- il 58% della popolazione senza accesso all’acqua potabile; 

- il 48,5% dei 12,6 milioni abitanti con meno di 15 anni di età. 

Tuttavia a differenza di tanti altri Paesi poveri, il Burkina Faso ha un’invidiabile stabilità socio-politica e la presenza di 14 Lions Clubs locali. 

 

Situazione scolastica

Il Burkina Faso ha un tasso di scolarizzazione del 19% (29 % per i maschi e il 9 % per le femmine). 

Il Governo ha da pochi mesi avviato un programma per la scolarizzazione dei bambini, indicando le linee guida operative e la localizzazione delle scuole, ma non erogando tuttavia le risorse economiche per la costruzione. 

 

Partners implicati e metodologia operativa i Lions burkinabè, garantendo una rete di contatti sul posto e la conoscenza della realtà locale, parteciperanno a:

  • individuare le imprese costruttrici e i fornitori;
  • garantire il supporto logistico per i Lions italiani che si recheranno in Burkina per visionare le realizzazioni del service;
  • assicurare con i Lions italiani la supervisione dei lavori;
  • co-finanziare il progetto in modo da poter richiedere il finanziamento alla LCIF;
  • diffondere, attraverso i media locali e i rapporti con le Istituzioni, informazioni sul service realizzato.

Il Ministero per l’Educazione di base e l’alfabetizzazione (MEBA) del Burkina Faso è coinvolto per la sola definizione delle linee guida operative per la costruzione delle scuole e per la loro localizzazione. Sono previste almeno tre classi, l’ufficio del direttore, l’alloggio per gli insegnanti (forniti dal Ministero), un’area per la refezione, un magazzino, latrine separate per i bambini e le bambine, acqua pulita. La progettazione e la realizzazione delle strutture murarie avverrà secondo i capitolati e i protocolli operativi fissati dal MEBA (esiste un modello standard di edifici scolastici, di attrezzature da adottare, di materiali). I partners beneficiari (Enti locali, Diocesi, Missioni, Comunità dei villaggi, ecc) contribuiranno con una cifra pari mediamente al 10% – 15% dell’importo complessivo. 

 

I Lions e Leo italiani provvederanno a:

  •  reperire i fondi necessari;
  • realizzare il progetto;
  • gestire i fondi e il controllo delle spese, delle attività svolte e delle strutture realizzate in ogni scuola.

Per il progetto di ciascuna scuola sarà redatto un bilancio separato. 

Le imprese specializzate saranno scelte con la supervisione dei Lions locali o italiani. I contratti si baseranno sulla legge del Burkina. 

Tutti i finanziamenti saranno elargiti direttamente alle imprese e agli enti esecutori in base allo stato di avanzamento dei lavori dai Lions italiani (30% per l’apertura del cantiere, 30% in corso d’opera, 30% a fine lavori, 10% un anno dopo il completamento dell’opera). 

Oltre alle risorse necessarie per la costruzione del complesso scolastico è previsto l’impiego di risorse per attività complementari per prevenire il fenomeno dell’abbandono scolastico e rendere stabile ed effettivo l’utilizzo delle scuole costruite (incentivi ai genitori, campagna di sensibilizzazione nelle comunità attraverso rappresentazioni teatrali, messaggi radiofonici, attività di prevenzione nelle scuole, sostegno ai bambini in difficoltà economica). 

 

L’occasione per realizzare un service innovativo

Il progetto “Tutti a scuola in Burkina Faso” è un service di grande impatto in favore di un unico paese, di un unico bisogno primario che incide concretamente su una sola realtà locale e influenza l’evoluzione delle condizioni di vita e il futuro di un alto numero di bambini.

 

Il ricavato della I Giornata Nazionale Leo svoltasi nel mese di dicembre 2011 è stato devoluto a questo importante progetto.

 

Coordinatore Distrettuale

Santi Bertino 

Leo Club Messina Ionio


   

 

Obiettivo del Progetto è quello di sostenere ed incentivare lo studio e la crescita professionale dei ragazzi disabili della vista che decidono di proseguire il loro percorso di studi o professionale attraverso il conseguimento di lauree, diplomi o certificati, incrementando il numero di nuovi iscritti e il numero di studenti che completano il ciclo di studi universitari. Per raggiungere tale scopo il nostro progetto prevede di intervenire all’interno degli atenei universitari.

 

ATENEI UNIVERSITARI

  • Fornire alle Università gli ausili e le tecnologie permettano al singolo studente di effettuare liberamente i propri studi;
  • Trasmettere alle singole Università il know-how e le tecnologie per preparare il materiale didattico indispensabile al ciclo di studi del singolo studente;
  • Creare una base di testi già "convertiti" per l'utilizzo e renderla disponibile a tutti gli studenti universitari attraverso la biblioteca on-line del Libro Parlato Lions.

 

RAGAZZI DISABILI DELLA VISTA

(nonvedenti, ipovedenti e dislessici)

Far capire a loro e a chi influenza le loro scelte di studio/professione che oggi è possibile superare il loro handicap nello studio e nel lavoro sia attraverso le nuove tecnologie, sia condividendo modelli di successo ed esperienze vissute da altri, attraverso:

  • Campagna di comunicazione sociale a livello nazionale;
  • Portale Web di raccolta delle esperienze universitarie e professionali di altri ragazzi;
  • Numero Verde di sostegno allo studio e all'orientamento.

 

AZIENDE, ISTITUZIONI, ENTI

Rappresentano il lato dell'offerta di lavoro e perciò vanno sensibilizzate all'esistenza di nuove professionalità perfettamente espletabili dai ragazzi disabili della vista.

  • Portale Web in cui ospitare un'area per offerte/richieste di lavoro;
  • Istituzione premio "Miglior Studente Italiano", evento in cui si fanno incontrare i ragazzi con le aziende.

 

STATO DI AVANZAMENTO DEL PROGETTO

Ad oggi, grazie all'intervento dei Leo Italiani sono state inaugurate le seguenti postazioni:

Università di BRESCIA, NAPOLI "Federico II", TORINO, PALERMO, PISA, TRENTO, VERONA, GENOVA, UDINE, POTENZA, ROMA TRE, PADOVA, BOLOGNA, BERGAMO, PAVIA, MODENA e REGGIO EMILIA, CAGLIARI, CATANZARO, FIRENZE, BARI, PERUGIA, ROMA "S.Pio V", PIEMONTE ORIENTALE, TRIESTE, CATANIA, MESSINA, MOLISE, LECCE, SALERNO e SASSARI.

Prossimamente saranno inaugurate anche le postazioni nelle Università della CALABRIA e di VARESE.

Attraverso l'intervento nelle 32 Università sopra citate i Leo aiutano circa 950 studenti disabili della vista. E con molte altre Università i Leo hanno già preso i contatti e stanno effettuando una proposta di collaborazione.

 

RILEVAZIONE NEGLI ATENEI

Da un'indagine effettuata nella metà delle Università Italiane, rappresentative del 67% della popolazione studentesca, emerge che lo 0,1% degli studenti presenta disabilità della vista, essendo ipovedente o non vedente.

Uno studente su tre sceglie di seguire facoltà scientifiche. Tra queste la più selezionata è Medicina (24%), seguita da Economia e Matematica (entrambe con il 16%) e Ingegneria (12%).

Tra le facoltà umanistiche, che accolgono il 62% degli studenti disabili visivi, le più gettonate sono Lettere e Filosofia (27%), Scienze della Formazione (22%), Giurisprudenza (17%) e Scienze Politiche (10%). Le Università gestiscono in autonomia l'accoglienza di questi studenti con servizi e dotazioni tecnologiche che presentano soluzioni molto variegate.

 

Maggiori informazioni e stato di avanzamento del progetto su WWW.UNILEO4LIGHT.IT

 

Coordinatore Distrettuale

Leonardo Pappalardo

Leo Club Misterbianco

 

 

 

 

 

 

 
SEO by Artio

Calendario

Last month January 2019 Next month
M T W T F S S
week 1 1 2 3 4 5 6
week 2 7 8 9 10 11 12 13
week 3 14 15 16 17 18 19 20
week 4 21 22 23 24 25 26 27
week 5 28 29 30 31

La nostra pagina FB




Webmaster: Enrica Lo Medico