forex trading logo

Chi siamo PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Martedì 16 Novembre 2010 17:59

 

Il Leo Club è l’Associazione giovanile del Lions Club International e raggruppa ragazzi tra i 12 e i 30 anni che dedicano il proprio tempo libero all’attività di servizio per la comunità.

Oggi in Italia costituiscono una realtà di quasi 5.000 ragazzi, capaci di mettersi a disposizione per fornire un contributo fattivo a sostegno delle realtà più fragili nella nostra società, cercando di condividere ideali di amicizia, generosità e solidarietà.

 

I Leo Clubs

I Leo videro la luce nel lontano 1957, in Pennsylvania USA, su un’ intuizione del Lion Jim Graver. Graver allora allenava la squadra di baseball dell'Abington High School (Pennsylvania, USA). Graver era anche un socio attivo del Lions Club di Glenside (Pennsylvania).

Con un amico Lion, William Ernst, Graver ragionava sulla possibilità di creare un club di servizio con i suoi ragazzi di liceo. "I Kiwaniani avevano i loro Key Club e i Rotariani i loro Wheel Club (diventati poi Interact Club)", diceva Ernst, secondo un articolo del 7 ottobre 1976 pubblicato sul giornale "The Evening Bulletin".

Così chiesero aiuto ai loro amici Lions. I Glenside Lions si trovarono subito d'accordo sul fatto che un gruppo giovanile Lions fosse una buona idea. Graver ed Ernst si misero al lavoro.

Il 5 dicembre 1957, i Glenside Lions presentarono uno statuto per l'Abington High School Leo Club. Come primo Leo Club del mondo, il gruppo creò l'acronimo Leo: leadership, eguaglianza, opportunità. Più tardi eguaglianza diventò esperienza; inoltre, il gruppo scelse l'oro e il marrone - i colori della scuola - come colori del Leo Club.

Nel 1967 quando, visto il diffondersi dei Club, il Consiglio d'Amministrazione di Lions Clubs International adottò il Programma Leo Club come programma ufficiale dell'associazione; l'obiettivo del Programma Leo Club era ed è ancora:

"...fornire ai giovani nel mondo un'opportunità di sviluppo e contributo, a livello individuale e collettivo, come membri responsabili della comunità locale, nazionale e internazionale."

Il programma Leo Club non impiegò molto ad oltrepassare l’ Atlantico e così anche in Italia nacquero due gruppi, il primo a Catania nel 1966 e fu chiamato "Giovani Lions Catania" ed il secondo a Palermo nel 1968. Questi Gruppi giovanili non furono, però, i primi LEO Clubs italiani, in quanto, in un primo tempo, non vollero trasformarsi in Leo Club. Così primo Leo Club fu quello di Arenzano (GE), che ottenne la Charter a Giugno del 1969, seguito dal Club di Albenga (SV) 18 novembre 1969 e che vanta un primato rimasto, per ora, unico: quello di aver avuto la Charter lo stesso giorno del Club padrino, quindi toccò a Palermo il 14 novembre 1969.

Dal 1970 il Programma Leo incominciò ad espandersi in tutta Italia.

Nel 1995 alla conferenza nazionale di Loano fu decretata la nascita del Multidistretto, organo di coordinamento nazionale dei singoli distretti, diventato operativo nel luglio 1996.

 

 

Il motto del Leo Club

"Offrire ai giovani di tutto il mondo l'opportunità di crescere e di offrire il proprio contributo, sia a livello individuale sia collettivo, come membri responsabili della comunità locale, nazionale e internazionale." 

 

 

L'acronimo LEO

Leadership – Sviluppare capacità di organizzazione dei progetti, di gestione del tempo e di team leading. 

Esperienza – Imparare come il lavoro di squadra, la cooperazione e la collaborazione possano portare emozionanti cambiamenti nella propria comunità e nel mondo.

Opportunità – Stringere nuove amicizie e provare il senso di soddisfazione che deriva dal servire la comunità.

 

 

Finalità del leo club

Dare ai giovani di tutto il mondo l'opportunità di contribuire individualmente e collettivamente allo sviluppo della società, quali membri responsabili della comunità locale, nazionale ed internazionale.

Stimolare fra i soci l'accettazione degli alti principi di etica.

Sviluppare le doti di Leadership.

Formarsi un'esperienza attraverso il servizio alla comunità.

Fornire l'occasione per promuovere la comprensione internazionale.

 

 

CODICE DELL’ETICA LIONISTICA

Mostrare fede nella giustezza della mia vocazione e concretarla diligentemente in modo da meritare la stima per la qualità del mio servizio. 

Ricercare il successo e chiedere giusta remunerazione o profitto: mai perdere il rispetto per me stesso a causa di vantaggi ottenuti ingiustamente o per opinabile atti da me compiuti.

Ricordare che per creare la mia attività non si deve danneggiare quella di un altro; essere leale con i miei interlocutori e sincero con me stesso.

Se sorge un dubbio sul diritto sull’etica di un mio comportamento o azione verso gli altri, risolvere tale dubbio in mio sfavore.

Considerare l’amicizia come un fine e non come un mezzo, nella convinzione che la vera amicizia esiste non in funzione di un servizio reso da una persona ad un’altra ma, senza nulla chiedere, nell’accettarne lo spirito con il quale viene offerta.

Avere sempre presenti i miei obblighi come cittadino verso la mia Nazione, il mio Stato e la mia Comunità offrendone l’incondizionata lealtà delle mie parole, atti ed azioni. Donare loro il mio tempo, il mio lavoro, le mie sostanze.

Aiutare gli altri dando la mia comprensione a chi in difficoltà, il mio aiuto ai deboli e i miei beni ai bisognosi.

Essere cauto nella critica, generoso nella lode: per costruire e non per distruggere. 

 

 

SCOPI DEL LIONS CLUBS INTERNATIONAL

Organizzare, costituire e sovrintendere i Clubs di servizio denominati Lions Clubs. 

Coordinare le attività e omogeneizzare l’amministrazione dei Lions Clubs.

Creare e promuovere uno spirito di comprensione tra i popoli del mondo.

Promuovere i principi del buon governo e della buona cittadinanza.

Essere parte attivo del benessere civico, culturale, sociale, morale della comunità.

Unire i Clubs con vincoli di amicizia, socievolezza e comprensione reciproca.

Fornire un luogo per aperti dibattiti su qualsiasi tema di interesse pubblico, con l’eccezione della politica di parte e del settarismo religioso.

Incoraggiare le persone disposte al servizio a servire le loro comunità senza personale vantaggio economico; incoraggiarne l’efficienza e promuovere alti livelli etici nel commercio, nell’industria, nelle attività pubbliche e nell’impegno privato. 

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 19 Novembre 2014 19:24
 
SEO by Artio

Calendario

Last month October 2019 Next month
M T W T F S S
week 40 1 2 3 4 5 6
week 41 7 8 9 10 11 12 13
week 42 14 15 16 17 18 19 20
week 43 21 22 23 24 25 26 27
week 44 28 29 30 31

La nostra pagina FB




Webmaster: Enrica Lo Medico